Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina “Informazione sui cookie”

Cosa facciamo

fioriFulvio0038Lo STATUTO è la guida che ci indica ciò che dobbiamo fare e come farlo. Come  base, i membri della Fraternità  si impegnano a:

  • art. 2 - vivere in modo esplicitamente comunitario l’esperienza cristiana, secondo la condizione familiare di ciascuno;
  • art. 2.1 - lavorare per l’unità di tutti i cristiani, partecipando alla vita delle comunità locali ed operando per favorire vincoli di comunione fraterna fra le diverse aggregazioni che sono presenti nella vita della Chiesa;.
  • art. 2.2 - lavorare per l’evangelizzazione di particolari ambienti popolari scristianizzati o da evangelizzare;
  • art. 2.3 - promuovere la conoscenza e l’attuazione della Dottrina Sociale della Chiesa (DSC) nelle specifiche situazioni di vita e di lavoro in cui ciascuno si trova, in collaborazione con le realtà ecclesiali e le forze sociali disponibili;
  • art. 2.4 - richiamare l’importanza della vita fraterna per la conversione personale, per l’annuncio del Vangelo e per la testimonianza della carità, intesa soprattutto come condivisione del bisogno altrui.

Per le attività da svolgere:  prendiamo ancora dal capo 2 dello STATUTO dove sono descritti gli STRUMENTI per la vita fraterna  e per  la  missione. Per lo sviluppo di una intensa ed equilibrata vita comunitaria, i membri della Fraternità si avvarranno in modo particolare degli strumenti indicati di seguito:

  • 6.1 - Ascolto della Parola di Dio secondo il metodo della “Lectio Divina”;
  • 6.2 - preghiera personale e comunitaria mediante la Liturgia delle Ore, e altre forme approvate dall’Autorità Ecclesiastica;
  • 6.3 - partecipazione alla liturgia, preferibilmente nella parrocchia di riferimento;
  • 6.4 - revisione di vita, secondo il metodo proposto dalla MOPP;
  • 6.5 - incontri periodici della Fraternità, per la formazione comune e il confronto reciproco;
  • 6.6 - impegno periodico per la “cassa comune” della Fraternità, curando che l’Associazione resti povera e faccia della povertà uno degli ambiti privilegiati della propria azione e testimonianza.

    Per l’attuazione delle finalità missionarie della Fraternità saranno privilegiati i seguenti strumenti:

  • 7.1 - annuncio della Parola in comunione con il Vescovo e la Chiesa locale;
  • 7.2 - vita di carità, intesa come condivisione di situazioni di bisogno attraverso iniziative e realizzazioni concrete, aperte al contributo ed alla partecipazione di tutti;
  • 7.3 - studio della Dottrina sociale della Chiesa e ricerca della modalità più idonee per la sua attuazione nei diversi contesti storico-sociali;
  • 7.4 - corsi e seminari per la divulgazione e l’attuazione della Dottrina sociale della Chiesa;
  • 7.5 - collegamento con la MOPP attraverso il riferimento ideale, iniziative comuni e forme stabili di cooperazione.


Nota: le attività inerenti alle  identità  descritte, saranno elencate man mano  nelle "ATTIVITA'".