Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina “Informazione sui cookie”

Intervento del Cardinale J. Ratzinger

INTERVENTO DEL CARDINALE JOSEPH RATZINGER
DURANTE IL CONVEGNO DEI CATECHISTI E DEI DOCENTI DI RELIGIONEratzinger

Domenica, 10 Dicembre 2000
L’allora card. Ratzinger nel suo intervento al Giubileo dei catechisti e dei docenti di religione (10 dic. 2000),  osservava che c’è nella Chiesa, una  evangelizzazione  permanente che:

« ..celebra ogni giorno il mistero eucaristico, amministra i sacramenti, annuncia la parola della vita - la parola di Dio, s'impegna per la giustizia e la carità.
E questa evangelizzazione porta frutto:  dà luce e gioia, dà il cammino della vita a tante persone. Tuttavia osserviamo un processo progressivo di scristianizzazione e di perdita dei valori umani essenziali che è preoccupante.

 Gran parte dell'umanità di oggi non trova nell'evangelizzazione permanente della Chiesa il Vangelo, cioè la risposta convincente alla domanda: “Come vivere?”
Perciò cerchiamo, oltre l'evangelizzazione permanente, mai interrotta, mai da interrompere, una NUOVA EVANGELIZZAZIONE, capace di farsi sentire da quel mondo, che non trova accesso all'evangelizzazione "classica". Tutti hanno bisogno del Vangelo; il Vangelo è destinato a tutti e non solo a un cerchio determinato e perciò siamo obbligati a cercare nuove vie per portare il Vangelo a tutti.

Nuova evangelizzazione vuol dire:  Non accontentarsi del fatto, che dal grano di senape è cresciuto il grande albero della Chiesa universale, non pensare che basti il fatto che nei suoi rami diversissimi uccelli possono trovare posto - ma OSARE DI NUOVO CON L'UMILTÀ DEL PICCOLO GRANELLO lasciando a Dio, quando e come crescerà (Mc 4, 26-29). Le grandi cose cominciano sempre dal granello piccolo ed i movimenti di massa sono sempre effimeri»