Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina “Informazione sui cookie”

Il Metodo: Come leggere la Bibbia

La Bibbia non segue la trama di un romanzo, per cui c’è un inizio, uno svolgersi dell’azione ed una finale. La Bibbia è un manifestarsi di Dio progressivamente, in se stesso, nella storia, nell’uomo; per cui dall’inizio alla fine c’è sempre un Dio che si completa  per “formare  l’uomo nuovo”. Non si può rimanere “fermi” ad un Libro, ad un Capitolo, ad una Parte con la visione di aver conosciuto Dio.   Egli è certamente  “Giustizia”, ma è anche “Misericordia”;  Egli è il”Padrone” che ritorna per chiedere conto di ciò che ha dato,  ma è anche il “Padre”  che ricompensa   in abbondanza; Egli lascia libero il figlio di abbandonare  la sua casa e sperperare i suoi doni, ma è anche il “Padre amoroso”  che giorno per giorno  attende il suo ritorno.    bibbia2Ogni individuo, poi,  ha il proprio bagaglio culturale, il proprio grado di comprensione e il proprio apprendimento e conoscenza della Parola di Dio;  per cui il  modo e il tempo  per comprenderla ed  assimilarla  sarà diverso, così il suo cammino di conversione.
Ma quando condividiamo, sempre con lo scopo ben in mente di capire meglio che cosa ci sta dicendo Dio in quel momento nella Sua Parola,  possiamo crescere insieme.
Ogni volta, prima di iniziare la lettura della  Bibbia, è indispensabile chiedere a Dio luce e sapienza attraverso l’invocazione dello Spirito Santo. Signore «Aprimi gli occhi perché io veda le meraviglie della tua legge». (Sal 118,18)  Attraverso la lettura della Parola,  Dio vuol aprire un dialogo con la creatura.   Egli desidera parlare agli uomini come ad amici e donare i tesori della sua grazia.
Non è necessario iniziare la lettura dalla prima pagina e continuare di seguito.   Frequentando la liturgia della Parola nella  santa Messa, si ha già l’occasione di rileggere quanto ascoltato, tenendo sempre presente che il Nuovo Testamento, soprattutto  coi quattro Vangeli,   apre lo sguardo e la mente e il cuore su un rapporto completo di fede e di amore con la pienezza di Dio.
Non bisogna scoraggiarsi né stupirsi  se non si riesce a comprendere tutto e subito il messaggio della Salvezza.   Sarebbe, se mai, sorprendente il contrario.
Sarà utile, se non necessario,  “farsi aiutare” da persone, gruppi, associazioni  e istituzioni che avendo già percorso questa  strada della conoscenza biblica, possono offrire un valido, prezioso e sicuro aiuto.  Così è la presente  “Fraternità santi Pietro e Paolo”, di cui  (comprendere il messaggio biblico della salvezza) ne ha fatto il primo scopo di evangelizzazione.