Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina “Informazione sui cookie”

Festività particolari

LE FESTIVITÀ CELEBRATE NEGLI ANNI PASSATI

Nella  sua Attività Liturgica, la Fraternità lungo gli anni, ha preso in considerazione  diverse  SOLENNITÀ  PARTICOLARI.

 

 

 

Ricordiamo  le principali

Sant' Ambrogio - Vescovo e Dottore della Chiesa (7 dicembre )

Treviri, Germania, c. 340 - Milano, 4 aprile 397

Di famiglia romana cristiana, governatore delle province del nord Italia, fu acclamato vescovo di Milano il 7 dicembre 374.


 

San Carlo BorromeoSan Carlo Borromeo è tra i più grandi Vescovi della storia della Chiesa: grande nella carità, grande nella dottrina, grande nell’apostolato, ma soprattutto grande nella pietà e nella devozione.
“Le anime si conquistano con le ginocchia” disse il Santo. Si conquistano cioè con la preghiera e preghiera umile. San Carlo fu uno dei maggiori conquistatori d’anime di tutti i tempi.
Ambedue Patroni milanesi  che non possono mai essere dimenticati e a cui si deve grande devozione.

 


La festa della sacra famiglia. La Sacra Famiglia

Nella santa Famiglia di Nazareth, Dio ci ha dato un vero modello di vita.
In questa famiglia Gesù è cresciuto ed ha vissuto la maggior parte della sua esistenza terrena, in questa famiglia è stato educato, ha praticato un mestiere, ha creato rapporti tra persone, ne ha condiviso la storia. Ha avuto accanto una madre e un padre amorevoli che gli sono stati maestri.
L’amore che ha unito la Santa Famiglia deve essere collante per tutte le famiglie.

La famiglia in questo periodo è presa di mira e poco apprezzata. Eppure è nella famiglia che l’essere umano cresce e si plasma.
Per questo le famiglie che si formano, o quelle che si sono formate da tempo, devono guardare alla famiglia di Nazareth.


La Cattedra di San PietroLa festa della cattedra di san Pietro
Gesù è docile al Padre.
Non sceglie di sua iniziativa il primo fra gli Apostoli, ma aspetta che il Padre manifesti la sua scelta e soltanto dopo, quando il riconoscimento di Pietro indica la scelta del Padre, dice a Simone, a Pietro: "Tu sei Pietro e su questa pietra(cioè su ciò che ti ha rivelato il Padre mio e tuo) edificherò la mia Chiesa".
Cioè, su questa solida base voglio costruire il mio tempio eterno. La mia Chiesa, destinata a innalzarsi fino al cielo, dovrà poggiare sulla solidità di questa fede.
Le porte degli inferi non possono impedire questa professione di fede, che sfugge anche ai legami della morte.


Conversione di San PaoloConversione di San Paolo

San Paolo è senz’altro il più grande missionario di tutti i tempi, non conobbe personalmente Cristo, ma per la Sua folgorante chiamata sulla via di Damasco, ne divenne un discepolo fra i più grandi, perorò la causa dei pagani convertiti, fu l’apostolo delle Genti; insieme a Pietro diffuse il messaggio evangelico nel mondo mediterraneo di allora; con la sua parola e con i suoi scritti operò la prima e fondamentale inculturazione del Vangelo nella storia.


Festività dei santi Pietro e PaoloSanti Pietro e Paolo


In virtù del loro martirio, Pietro e Paolo sono in reciproco rapporto per sempre. Un’immagine preferita dell’iconografia cristiana è l’abbraccio dei due Apostoli in cammino verso il martirio. Possiamo dire: il loro stesso martirio, nel più profondo, è la realizzazione di un abbraccio fraterno. Essi muoiono per l’unico Cristo e, nella testimonianza per la quale danno la vita, sono una cosa sola.
Pietro e Paolo, cui è dedicata la nostra “Fraternità”, acquistano un significato particolare, per cui questa festività viene celebrata ogni anno.